giovedì 2 aprile 2015

Non c'è rimedio ad Alberto Rimedio!


Anche la Rai deve essersi accorta della scarsa capacità, nel fare la telecronaca, di Alberto Rimedio, ennesima speranza di individuazione di un professionista all'altezza dei pregiati telecronisti calcistici del passato, come Bruno Pizzul, avendo deciso di accompagnarlo, in occasione del commento dell'incontro Bulgaria-Italia da un altro ex mezzo telecronista della nazionale, Stefano Bizzotto.
Alla televisione di stato, i solerti funzionari del “reparto sportivo” devono aver pensato che due mezzi telecronisti avrebbero formato un telecronista intero!
Ma i funzionari della Rai non sono esperti di matematica come lo sono di lottizzazione e, così, abituati come sono a sommare le loro nomine, non sapevano che due mezzi telecronisti, messi insieme, non si sommano ma si moltiplicano. Il risultato, dunque, è stata una partita in cui, invece di avere un telecronista intero, se ne è avuto solo un quarto! …..dall'aritmetica, abbiamo infatti:

½  x  ½ = ¼.


Non c'è rimedio, quindi, ad Alberto Rimedio; né il rimedio Bizzotto né un altro! …..o, se preferite, il rimedio si è rivelato peggiore del male.
Tra le incapacità di questo “quarto” di giornalista all'opera durante Bulgaria-Italia, abbiamo potuto constatare, a proposito del nostro Gabbiadini, l'incapacità di apprezzare il suo controllo tutt'uno con la giravolta in occasione del gol mancato nonché le sue qualità di inserimento senza palla che ha dato notevole profondità al gioco della nazionale.

Giuseppe Albano

Licenza Creative Commons
Napolintesta diGiuseppe Albano è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://it-it.facebook.com/giuseppe.albano.1447.






0 commenti:

Posta un commento