venerdì 26 giugno 2015

Oppositori di De Laurentiis, comm ve schif! ....nun tenit manc 'nu neuron ncap!


Noi tifosi del Napoli dovremmo essere enormemente grati a De Laurentiis per quella fierezza, in noi ormai desueta, con la quale si oppone alla logica colonizzatrice del nord che, nel calcio, si manifesta con l'idea che i nostri fuoriclasse dovrebbero essere ceduti a cifre abbordabili, quasi come per una forma di cortesia verso chi ci ritiene degli ospiti o, peggio ancora, per un dovere nei confronti chi ci considera dei mantenuti.
E quella fierezza è tanto nobile e solida - e non puramente e sterilmente retorica - perché sostanziata da un agire imprenditoriale che rappresenta un'avanguardia ed un esempio di managerialità impeccabile persino per l'avanzato settentrione.
Ogni volta che un fuoriclasse azzurro viene "blindato" dal nostro presidente, con cifre peraltro non impossibili rapportate a quelle che girano solitamente, scattano le risate e gli sfottò dei media gestiti dai poteri milanesi e torinesi che, attraverso la loro inconsapevole manovalanza giornalistica, esprimono stupore di fronte a quello che alle loro orecchie suona tanto inconsueto da apparire persino immorale, mentre le valutazioni iperboliche - e, a volte, persino grottesche - in relazione ai "propri" calciatori appaiono ai loro sensi come una necessità empirica!
E che cosa fa la maggior parte dei tifosi napoletani davanti a questa inusuale manifestazione di orgoglio e dignità, rappresentata dal nostro presidente? Non fa altro che indignarsi proprio per quelle esplosioni di fierezza e dignità, a loro ormai sconosciute da secoli; un'indignazione che inconsapevolmente ed ingenuamente essi nascondono dietro una contestazione con la quale, al contrario, vorrebbero far credere di desiderare una fierezza ed una dignità di più alto grado e forza. In realtà, essi sono spiazzati, anche se non lo sanno, da questa volontà endogena (cioè che nasce all'interno della loro stessa città) di opporsi ad un destino di subalternità al quale si sono talmente abituati da essersi ad esso abbandonati.
Quanto sono insipidi nel loro gridare in modo offensivo quel "romano!" al presidente, volendo mettere in rilievo la sua presunta "non napoletanità". Essi, nella loro insufficienza mentale (oggi sono buono!) non si accorgono che quel loro voler distinguere quel "romano" da sé non rappresenta una manifestazione di orgoglio partenopeo ma, al contrario, una volontà di allontanare lo spettro dell'autodeterminazione, abituati come sono a farsi portare a letto e a farsi accompagnare nel cesso, persino nel pisciare, dalle loro badanti settentrionali.
Mi fate davvero schifo per questa vostra arrendevolezza, ai limiti della lascivia, nei confronti di chi vi domina in tutto e per tutto (come si vede, il mio essere buono è durato lo spazio di pochi secondi!).
Quanto siete stupidamente inconsapevoli della vostra vera realtà psicologica ed insignificanti nel vostro pensare, quando obiettate ad argomentazioni come la mia che, in realtà, voi desiderereste un'autonomia più potente rispetto a quella datavi da De Laurentiis, portando come esempio il fatto che vorreste uno sceicco alla guida del Napoli allo scopo di dominare il mondo. Gridate, nella vostra cretinaggine assoluta e nella vostra proverbiale ignoranza, che questo vostro desiderio rappresenterebbe la prova di una dignità ritrovata o, addirittura, mai perduta. Questo è falso quanto è vera la vostra incapacità di analisi! .......Dietro quel desiderio di uno sceicco, di uno straniero (un autentico straniero, non fintamente tale come De Laurentiis) si nasconde - e neanche tanto bene! - la solita mania di voler essere presi per mano, di voler essere guidati; c'è il solito grido che sente solo chi, come me, sa ascoltare l'inconscio: "vogliamo un conquistatore, un dominatore!". Altro che desiderio di dominare il mondo reale, voi volete unicamente dominare (tenere buono) il vostro mondo interiore!

Giuseppe Albano


Licenza Creative Commons
Napolintesta diGiuseppe Albano è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://it-it.facebook.com/giuseppe.albano.1447.






0 commenti:

Posta un commento