sabato 29 agosto 2015

NOSTALGIA (a tutti i giovani tifosi del Napoli)


NOSTALGIA

Ricordo, come se si trattasse dei giorni scorsi, per quella misteriosa capacità di risentire le sensazioni e i profumi di un tempo attraverso quel meravigloso sentimento chiamato nostalgia, di quelle Domeniche di decenni fa, quando l'attesa per la partita del Napoli coincideva con quella per la Domenica. D'altra parte il pallone era un tutt'uno con la rituale giornata di festa. Il legame appariva così inscindibile che ciascuna delle due circostanze ricordava la presenza dell'altra. Ogni cosa, in realtà, pur nella sua particolarità, sembrava concorrere ad un un unico profumo, di una intensità inspegabile, come quello del ragù. Quest'ultima pietanza, nella sua capacità di produrre un odore tanto originale da un insieme di elementi variegati, sembrava rappresentare una metafora poetica di quella mistica unione che andava realizzandosi fin dalle prime ore del mattino. Il ragù ha sempre avuto qualcosa del fuoco eracliteo!

martedì 25 agosto 2015

La vile vendetta di Paolo Del Genio


L'approccio di Paolo Del Genio all'era Sarri è radicalmente opposto a quello avuto dal giornalista-tifoso nei confronti di Benitez: di pregiudiziale quanto indisponente accondiscendenza acritica verso lo spagnolo e di analtico furore nei confronti di Sarri.
Questo secondo atteggiamento sarebbe giornalisticamente ineccepibile e da apprezzare se venisse onestamente e coerentemente applicato in tutti i casi, ma, come ho appena messo in rilievo, non è così!

Avevo già ironicamente espresso, alcuni mesi fa, in un mio scritto sul blog intitolato "Paolo Del Genio, Carlo alvino e la setta del torchio", quell'accondiscendenza, ai limiti dell'idolatria, che carratterizzava il compotamento di Paolo Del Genio rispetto a Benitez.

lunedì 24 agosto 2015

Sarri è un progetto, non una partita!


Ascoltando vari pareri di giornalisti, opinionisti e addetti ai lavori, dopo la sconfitta del Napoli contro il Sassuolo, mi è sembrato che non si sia tenuto molto fede a quell'idea, più volte espressa e ribadita, secondo la quale si sarebbe dovuto dare tempo a Sarri perché potesse inculcare alla squadra la sua impronta di gioco e cominciare a raggiungere risultati positivi in maniera duratura e non occasionale, come si conviene ad un grande e moderno club che abbia un progetto tattico forte e ben definito.
Ho l'impressione, insomma (un'impressione che si avvicina alla certezza) che in molti si siano semplicemente riempiti la bocca di quelle chiacchiere estive che sono ben lontane dai concetti filosofici e logici tipci delle stagioni più dedite alla riflessione. Mi sembra, in pratica, che si sia parlato più per convenzione che per convinzione, più per frasi fatte che dopo ragionamenti ben delineati.
Sarri è un progetto, non una partitia di calcio, come ho intitolato in questo mio scritto.

domenica 23 agosto 2015

Parte l'avventura del nuovo Napoli!

Si parte per la nuova avventura!

Forza ragazzi!



Giuseppe Albano



Licenza Creative Commons
Napolintesta diGiuseppe Albano è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere disponibili presso https://it-it.facebook.com/giuseppe.albano.1447.