mercoledì 27 aprile 2016

I TIFOSI DEL MANCHESTER CITY TRA I BEATLES E GLI SCEICCHI


Ieri sera, molti telespettatori si sono emozionati nel sentir cantare, dai tifosi del Manchester City, una mitica canzone dei Beatles. Io, invece, mi sono alquanto rattristato pensando a quanta distanza psicologica e sociologica sia stata indotta, nelle nuove generazioni, tra le emozioni per una canzone che parla di libertà, di umanità, e quell'essere nelle mani di uno sceicco che, un tempo, sarebbe stato cacciato a calci dalla gioventù inglese per le sue politiche di repressione, di schiavizzazione, di umiliazione per le donne ed altro.

I giovani, oggi, vivono i loro sentimenti in  maniera così disgiunta dalla realtà da arrivare persino ad affermare questa circostanza come un fatto logico. Li senti dire, infatti: "e che c'entra il calcio con la società e la politica?" .....se non è alienazione questa!
Per il calcio si dimentica tutto, anche se stessi. Marx lo avrebbe quasi certamente definito il nuovo "oppio dei popoli"!


Giuseppe Albano


0 commenti:

Posta un commento