martedì 18 settembre 2018

FINALMENTE UNA VERA VIGILIA DI CHAMPIONS



Quando c'era Sarri - che con la sua mania di fare record personali di punti in campionato mostrava insofferenza per le coppe, scaricando peraltro furbescamente la sua consapevole  scelta sull'inconscio  dei calciatori, come se non fosse lui il motivatore e il demotivatore del tutto - le vigilie di Champions erano vissute da noi tifosi con uno stato d'animo simile a quello di chi, la sera prima, borbotta tra sé: "che scocciatura, domani devo andare alla Posta a pagare le bollette; poi devo passare per il Conad a comprare il latte e la pasta …!" Insomma, le vigilie degli appuntamenti più importanti della stagione, li vivevamo, avendo intuito le intenzioni dell'allenatore, come fossero delle vere scocciature.
Con Ancelotti, invece, il clima è quello delle grandi vigilie internazionali, come le vivevamo con Mazzarri prima e Benitez poi e come è conforme a qualunque ambiente calcistico normale, aperto alla gioia della competizione, senza quelle cupe atmosfere da ambienti integralistici.

Benvenuto, Ancelotti! ...benvenuta, aria fresca!

Stasera, ore 21,00:  Stella Rossa - Napoli


Giuseppe Albano

0 commenti:

Posta un commento